Accanto a me in treno una coppia sulla sessantina. Lei di fronte a lui, poggiata sul tavolino con le sue parole crociate. 

Lei legge a voce alta le domande del cruciverba, controlla le caselle vuote e pensa. Aspetta qualche secondo, poi alza lo sguardo all’uomo di fronte a lei. 

Lui sorride e risponde. 

Lei completa la parola e va avanti. 

Poi chiede al marito dove stessero andando e l’uomo risponde: “in un posto molto bello”

Lei “ci siamo già stati?” 

Lui “certo, quando eravamo giovani” 

Continuano con le parole crociate finché la donna chiede di nuovo “dove stiamo andando?” 
Capisco solo allora che la signora deve avere qualche problema, non saprei cosa. 
Il marito ripete la stessa cosa, con la stessa calma e lo stesso sorriso di tre minuti prima. 

Finito il cruciverba la donna guarda fuori dal finestrino e dice “ma che bel posto questo! Perché non ci siamo mai venuti prima?” 

L’uomo sorride e dice “per farti una sorpresa” 
Resto affascinata dal sorriso che ha quest’uomo verso questa donna, che gli chiede ogni cinque minuti la stessa cosa. 

Lei poi chiede “amore ma hai sempre portato la barba corta?” 

E lui “si, a te lunga non piaceva…”

Lei “non mi ricordo, ma ricordo che eri un bell’uomo” 

Lui “io me lo ricordo benissimo che eri una bella donna”

Annunci